Le attività professionali e le mansioni relative a Quality & Safety sono molto varie e dettagliate. In Italia, la salute e la sicurezza sul lavoro sono regolamentate dal Decreto Legislativo 81/2008, noto come Testo Unico Sicurezza Lavoro. Questo decreto trasporta in Italia la Direttiva Europea sulla protezione della sicurezza e della salute dei lavoratori.

Le aziende italiane sono tenute ad adottare un sistema di misure precauzionali per prevenire incidenti sul lavoro e malattie professionali. Il datore di lavoro è tenuto a eliminare i rischi presenti sul luogo di lavoro alla luce delle conoscenze tecniche esistenti e, laddove ciò non sia possibile, a ridurli al minimo.

Il datore di lavoro è inoltre tenuto a organizzare all'interno dell'impresa un servizio di protezione e prevenzione responsabile dell'identificazione dei fattori di rischio e per la loro eliminazione o riduzione al minimo. Il Decreto contiene anche una serie di disposizioni sulla sorveglianza sanitaria, stabilendo la figura di un medico responsabile della valutazione periodica e della certificazione dell'idoneità fisica dei dipendenti a svolgere i compiti a loro assegnati.

Un'altra disposizione importante riguarda l'elezione o la nomina di un rappresentante dei lavoratori in materia di salute e sicurezza che gode di particolari diritti di informazione e consultazione. Inoltre, il datore di lavoro ha l'obbligo di fornire ai dipendenti tutte le informazioni generali sui rischi presenti sul luogo di lavoro e informazioni specifiche sui rischi associati all'esecuzione dei compiti assegnati ai singoli individui.

Infine, i dipendenti devono ricevere una formazione adeguata in materia di salute e sicurezza specifica per il loro particolare lavoro al momento del loro reclutamento, in caso di trasferimento o cambio di lavoro, e in caso dell'introduzione di nuove attrezzature di lavoro o di qualsiasi nuova tecnologia.