Interior Design

L'Interior Designer è un professionista che progetta e organizza gli spazi di un ambiente, sia esso domestico o non, partendo dalle esigenze di chi lo dovrà abitare. Questo professionista pianifica le dimensioni, la distribuzione e le funzioni dei locali, sia in nuovi progetti di costruzione che in caso di ristrutturazioni. L'obiettivo è creare un ambiente che risponda ai requisiti della funzionalità e del comfort, e che al tempo stesso sia espressivo e comunicativo di emozioni e di una precisa identità.

Un Interior Designer può intervenire nella progettazione degli interni di case, appartamenti, negozi e spazi commerciali, uffici, alberghi e ristoranti, spazi espositivi, luoghi pubblici come ospedali, scuole, musei. Lavora sia sulle componenti fisiche di uno spazio, come la disposizione delle pareti e i materiali da costruzione, ma anche su componenti immateriali e simbolici come la luce, i colori, le forme.

Un bravo architetto di interni deve prima di tutto comprendere e interpretare le esigenze dei clienti: si confronta con loro, ne ascolta le richieste, cerca di capirne i bisogni, i gusti e le aspettative. Visiona ed analizza attentamente gli spazi su cui dovrà intervenire e realizza una planimetria e viste ortogonali (prospetti e sezioni), utilizzando software di grafica 2D.

A partire dalla planimetria in scala, si procede con la vera e propria progettazione degli interni. L'Interior Designer studia soluzioni personalizzate per l'organizzazione efficiente degli spazi, in modo da sfruttare al meglio ogni metro quadrato.

In italiano, la professione corrisponde a quella dell'architetto d'interni o al progettista di interni. È distinta sia da quella dell'architetto (che si occupa primariamente di progettare e costruire l'involucro architettonico di edifici, infrastrutture e interi quartieri), sia da quella dell'arredatore di interni. Un architetto di interni si occupa di progettazione dello spazio, intervenendo anche con lavori strutturali (come la decisione di demolire o erigere una parete divisoria) mentre un arredatore ha il compito di personalizzare gli ambienti tramite la scelta di mobili, accessori e armonie cromatiche, senza intervenire sull'organizzazione degli spazi.