Fabbricazione di Parti Intercambiabili per…

La fabbricazione di parti intercambiabili per macchine utensili è un'attività manifatturiera che rientra nella categoria 25.73.12 del codice ATECO. Questa attività comprende la produzione di componenti che possono essere facilmente sostituiti in vari utensili a mano, motorizzati o meno, e macchine utensili.

Alcuni esempi di questi componenti includono punte per trapani, punzoni per punzonatrici, lame per frese. Questa categoria include anche la fabbricazione di coltelli e lame da taglio per macchine utensili e apparecchi meccanici.

Un altro esempio sono le lame di seghe, che comprendono le lame per seghe circolari e le seghe a catena. Questi componenti sono fondamentali per il funzionamento efficiente delle macchine utensili e possono essere facilmente sostituiti quando si usurano o si danneggiano.

È importante notare che questa attività è classificata come ad alto rischio, il che significa che ci sono requisiti specifici in termini di sicurezza sul lavoro. Inoltre, le aziende che svolgono questa attività possono accedere al Regime Forfettario con aliquota al 15% se non superano la soglia di ricavi annuale pari a 85000€.